I vini

I nostri Vini sono tre e solamente tre rossi utilizzando appositamente Cabernet Sauvignon , Franc e Merlot in un omaggio alla grande enologia toscana. img-vini

- Pratiche colturali: nei mesi di gennaio e febbraio, periodo in cui la vite si trova in uno stato di riposo vegetativo, viene eseguita la cosiddetta potatura invernale da cui iniziano a delinearsi le scelte di produzione. I vigneti sono allevati a cordone speronato. Dai tralci dell’anno precedente di ogni pianta si ottengono quattro speroni, potati a due gemme franche.

In primavera, l’innalzamento delle temperature, stimola la vite a riprendere la sua attività vegetativa caratterizzata da una fase detta “Pianto” (emissione di linfa grezza dai tagli di potatura non del tutto cicatrizzati), che anticipa il germogliamento dei nuovi getti/tralci. In maggio iniziano le operazioni di potatura verde ovvero di gestione della chioma.

I nuovi getti in accrescimento vengono selezionati manualmente (scacchiatura) in base alle precedenti scelte fatte in potatura invernale. Questa fase si ripete per almeno due volte e viene accompagnata da una operazione di spollonatura sulla parte basa del fusto della pianta.

Quando i tralci raggiungono la giusta lunghezza per formare una buona parete fogliare, questi vengono tagliati all’apice (cimatura) e di lato per contenere la vegetazione, l’ombreggiamento dei futuri grappoli e allo stesso tempo mantenere una buona aerazione all’interno dei filari limitando cosi il probabile sviluppo di malattie fungine. In fase di invagliatura viene eseguito un diradamento dei grappoli in modo da favorire e concentrare l’accumulo delle sostanze che giocano un ruolo fondamentale nella maturazione(zuccheri, acidi,sostanze aromatiche…) nei grappoli selezionati.

Oltre a queste operazioni, volte a mantenere uno stato ottimale della chioma, ricordiamo la gestione del sottofila, ovvero il controllo delle erbe infestanti attraverso diserbi meccanici con l’ausilio di attrezzi scavallatori e del suolo con pratiche agronomiche (inerbimento temporaneo, lavorazioni superficiali…) che vengono intraprese a seconda dell’andamento stagionale. Le pratiche agronomiche di gestione della chioma in ogni sua fase di sviluppo limitano l’utilizzo degli agrofarmaci, valorizzandone la loro azione in fase di difesa fitosanitaria.

-Maturazione: la data della vendemmia viene definita in base alle analisi eseguite sulle campionature delle uve, quindi vengono raccolte a piena maturazione in modo da valorizzare a pieno le caratteristiche varietali dei nostri vitigni.

-Vinificazione: l’uva raccolta a mano e posta in cassette viene trasportata in cantina, adiacente ai vigneti. Al conferimento, le uve vengono riversate in una diraspa-pigiatrice. Gli acini privi di raspo e lievemente pigiati ricadono in una tramoggia dove raggiungono i serbatoi di vinificazione.

La durata delle fermentazioni è di circa 10-12 gg a temperature controllate di 24 °C.

Dopo questo periodo seguono altri 10-15 giorni di macerazione in cui, spontaneamente, avviene la fermentazione malolattica. Alla fine della macerazione, periodo nel quale il contatto tra il mosto/vino e le bucce permette l’estrazione dei composti aromatici, segue l’operazione di svinatura ovvero la separazione del “vino fiore” dalle vinaccie. Il vino viene alloggiato in vasche di cemento e dopo un periodo di breve stabilizzazione viene affinato in barriques per 10-12 mesi.

Questo sito e gli strumenti da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici e, previo tuo consenso, di cookie di profilazione.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando in qualunque suo elemento o proseguendo la navigazione in qualsiasi altra maniera acconsenti all'uso dei cookie.